Workshop intensivo in:
Neurobiologia e Trattamento della Dissociazione Traumatica: 
Teoria e Pratica del Deep Brain Reorienting
Le più recenti scoperte neuroscientifiche applicate alla Terapia della Dissociazione
Diventa uno dei primi terapeuti DBR al mondo!
Frank Corrigan
Parma, 12 Ottobre 2019
Evento Patrocinato da:
* Il Corso è rivolto a Psicologi, Psicoterapeuti, Psichiatri, Ricercatori e Studenti Universitari (di medicina e psicologia).
Qui sotto trovi TUTTE LE INFORMAZIONI sul workshop
Perché iscriverti:
  •  Il Deep Brain Reorienting è un metodo innovativo nato al fine di permettere un'elaborazione più profonda e stabile dei residui delle memorie traumatiche resistenti ai migliori trattamenti oggi disponibili
  •  E' una terapia che nasce dalle evidenze neurobiologiche e agisce direttamente sui circuiti del mesencefalo
  •  Sarai tra i primi professionisti al mondo a conoscere e utilizzare questo metodo
  •  Verrà presentato per la prima volta assoluta in Italia (e tra le prime volte al mondo)
  •  E' un corso di alto livello condensato in un'unica giornata formativa
  •  Tenuto da uno dei massimi esperti mondiali del settore
  •  I contenuti sono orientati alla pratica clinica
  •  Per offrire il miglior servizio possibile abbiamo optato per una Traduzione Simultanea (Inglese-Italiano).  
  •  Lo puoi seguire sia in aula a Parma che da casa in modalità Webinar
Cosa imparerai
Basi neurobiologiche. Verranno trasmesse le principali basi neurobiologiche del trauma e della dissociazione in relazione alle neuroscienze affettive e alla teoria dell’attaccamento. Verranno inoltre approfonditi i circuiti mesencefalici responsabili di quelle tracce “apparentemente” indelebili dei traumi complessi. Infine verranno esplorati i punti di forza e i limiti dei trattamenti più recenti ed efficaci. Da tutto ciò nasce l’innovativo Deep Brain Reorienting.

Deep Brain Reorienting. Verranno insegnate le basi teoriche e pratiche di questo innovativo metodo di trattamento. Partendo dalle circuitazioni mesencefaliche, Frank Corrigan ha individuato la sequenza specifica che mantiene i traumi bloccati a livello di memoria implicita. Intervenendo su questa sequenza ha scoperto come riorientare il cervello profondo ri-trascrivendo l’esperienza traumatica permettendo così una guarigione più profonda e stabile. Il DBR può essere utilizzato per lavorare sui traumi, sui disturbi trauma-correlati e sull’attaccamento disregolato. 
Come lo imparerai
Formazione di base. Attraverso la modalità di lezione frontale, Frank Corrigan fornirà tutti gli elementi di base (neurobiologici e clinici) per poter apprendere al meglio il Deep Brain Reorienting.

Formazione specifica. Frank Corrigan insegnerà tutti i principali aspetti teorici e pratici del Deep Brain Reorienting. Queste basi concrete sono necessarie per poter imparare ad utilizzare il Deep Brain Reorieting nella propria pratica clinica. 

Video dimostrativo. Per insegnare al meglio questo protocollo innovativo, Frank mostrerà un video dimostrativo in cui verrà chiarito ancora meglio il protocollo del DBR e le sue specifiche fasi e sotto passaggi.

Dimostrazione dal vivo. Per dare un taglio ancora più pratico al workshop, Frank darà una dimostrazione in tempo reale del Deep Brain Reorienting. Questo role playing potrà essere svolto con un volontario del pubblico o con un membro dello staff (se non dovessero esserci volontari).

Question Time. Infine per darti la possibilità di togliere ogni dubbio, chiarire ogni perplessità e rispondere a ogni curiosità il workshop si concluderà con un Question Time in cui potrai fare tutte le domande che desideri.
Programma
  9.00 - Arrivo e Registrazione
  9.20 - Benvenuto e introduzione
  9.30 - Trauma e dissociazione: l’importanza delle neuroscienze affettive di Panksepp
10.15 - Dissociazione neurochimica, peritraumatica e strutturale: il ruolo dell’attaccamento disregolato
11.00 - Pausa (15 minuti)
11.15 - Trattamento del DPTS Complesso: 1. Comunicazione e cooperazione degli stati dell’Io
12.00 - Trattamento del DPTS Complesso: 2. Elaborazione delle memorie traumatiche

--- Pranzo (13.00 - 14.30) ---

14.30 - Trattamento del DPTS Complesso: 3. DBR - Deep Brain Reorienting
16.30 - Pausa (15 minuti)
16.45 - Video dimostrativo + commenti
17.15 - Role Playing
18.00 - Question Time
18.30 - Chiusura
Frank Corrigan
Psichiatra e Neuroscienziato con più di 40 anni di esperienza clinica e accademica in varie aree della salute mentale, è uno psicoterapeuta specialista nel trattamento dei disturbi dissociativi e trauma-correlati. E’ consulente psichiatra della NHS dal 1985, è stato accreditato come consulente EMDR per l’associazione EMDR UK e Irlandese dal 2007 ed è membro del Royal College of Psychiatrists (FRCPsych) e del General Medical Council (GMC).

Frank Corrigan è riuscito a combinare la sua grande esperienza clinica con la ricerca sulla neurobiologia del trauma e le sue implicazioni nei disturbi psichiatrici. Durante la sua carriera ha dedicato, e dedica tutt'ora, molta attenzione all’esplorazione di metodi innovativi per lavorare con il trauma e i gravi disturbi dissociativi. Partendo dai punti di forza e dai limiti dei metodi attualmente più efficaci, in particolare dal CRM, ma non soltanto, ha creato il Deep Brain Reorienting, un metodo di rielaborazione dei residui delle memorie traumatiche basato sulle circuitazioni mesencefaliche.
Formazione. La sua formazione clinica è davvero molto ampia e focalizzata. Per fare alcuni esempi Corrigan si è formato in ipnosi clinica, EMDR, terapia dialettico-comportamentale, Lifespan Integration, Psicoterapia Sensomotoria, Brainspotting e Resource Brainspotting, Comprehensive Resource Model (CRM) e Neurofeedback. Negli ultimi anni, nella sua pratica clinica, ha usato principalmente il CRM ed è colui che ha fornito il fondamento neurobiologico di questo nuovo modello di intervento.

Pubblicazioni. Oltre alle numerose pubblicazioni scientifiche, è coautore di alcuni testi fondamentali:
- “Neurobiology and Treatment of Traumatic Dissociation: towards an Embodied Self” (Lanius et al., 2014),
- “The Comprehensive Resource Model: Effective Techniques for Healing Complex Trauma” (Schwarz et al., 2016)
- “The Comprehensive Resource Model: novel approaches to healing of complex trauma” (Schwarz et al., 2017).
Questi libri offrono una base di riferimento per la pratica clinica scientificamente fondata.

Ricerca. Dopo aver collaborato con Janina Fisher, sta collaborando ad un importante progetto di ricerca con la Dr.ssa Lanius (docente di psichiatria e direttrice dell'unità di ricerca PTSD presso la Western University of London, Ontario, Canada) utilizzando l'imaging cerebrale per esplorare i possibili meccanismi neurali alla base di traumi complessi e esiti di trattamento specifici in relazione al CRM come intervento terapeutico chiave. I suoi studi attualmente sono concentrati sullo sviluppo del Deep Brain Reorienting.
Approfondimento sul Deep Brain Reorienting
Il Deep Brain Reorienting (DBR) è una piccola rivoluzione perché nasce al fine di elaborare quei residui traumatici resistenti ai migliori trattamenti che abbiamo oggi a disposizione. Lo scopo del DBR è di favorire in questo modo una guarigione più profonda e stabile dei vissuti traumatici e dei disturbi trauma-correlati. 

Ma di cosa stiamo parlando? Perché riesce a fare questo e come ci si è arrivati? 
 
Come forse saprai, la maggior parte dei metodi più efficaci permette di ottenere una rielaborazione della memoria traumatica che, anche se completa, risulta limitata ad un "piano più superficiale" del cervello (quello ippocampale).  In caso di trauma è sempre necessaria un'elaborazione emotivo-somatica dell'evento che permetta alla persona di ripensare l'evento scatenante con un vissuto emotivo-somatico neutro. A volte è anche necessario re-integrare le circuitazioni corticali ("frammenti corticali" dell'evento). La maggior parte dei metodi oggi più diffusi già consente di raggiungere questi ottimi risultati, tuttavia sappiamo che i traumi (specie se particolarmente intensi e dolorosi, frequenti o precoci) possono mantenere una sorta di presenza "fantasma" anche dopo un trattamento efficace.  
 
L'inizio della rivoluzione. Frank Corrigan ha dedicato decenni allo studio dei nuovi metodi di intervento fino ad approdare, grazie alla profonda conoscenza dei limiti e dei punti di forza delle tecniche esistenti, in maniera davvero pionieristica, al Deep Brain Reorienting.  Tre premesse fondamentali: 
1. Frank Corrigan si è addentrato nei meandri del cervello profondo alla ricerca di risposte nascoste, ha iniziato a studiare nel dettaglio il mesencefalo e la cosa davvero incredibile è che ha individuato una piccola, minuscola sequenza neurofisiologica, molto semplice ma fondamentale. Questa sequenza si basa sul circuito cerebrale coinvolto nelle memorie traumatiche (che interessano in prima istanza il collicolo superiore e il grigio periaqueduttale), responsabile di micro attivazioni motorie difficilmente percepibili (es. micro movimenti del collo) che mantengono la presenza della memoria implicita.
2. Attraverso questa sequenza il cervello profondo registra gli eventi traumatici e impara a rispondere ad essi; in altre parole si orienta ad uno stimolo e si prepara ad agire per difendersi allo scopo di sopravvivere. Tutto questo senza esserne ovviamente cosciente.
3. Attraverso questa stessa sequenza il cervello profondo risponde anche però a stimoli positivi e affettivi con risposte di avvicinamento e di collegamento affettivo con altre persone. Questa seconda scoperta può rispondere ad alcune domande davvero importanti e potrebbe portare a revisionare alcuni aspetti della teoria dell'attaccamento.
 
La rivoluzione nella pratica clinica. Frank Corrigan, intervenendo su questo circuito, è riuscito a capire come riorientare il cervello profondo al fine di permettere quella rielaborazione dei residui traumatici impliciti che nessun altro metodo riusciva a fare. Infatti alcune persone anche quando percepiscono una rielaborazione completa tendono comunque ad essere più sensibili ad una ri-traumatizzazione specifica. In poche parole i metodi migliori non sono in grado di ripulire in modo profondo, stabile e davvero completo il trauma. Restano delle tracce implicite di memoria traumatica inscritte in una parte più profonda del cervello. Grazie a questa stessa sequenza oggi è possibile ipotizzare di poter giungere ad una guarigione più stabile e profonda in caso di traumi e disturbi trauma-correlati.

Questo Workshop ha già ricevuto molto sostegno!
Si ringrazia AISTED (Associazione Italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione) e ESTD (European Society for Trauma & Dissociation) che hanno scelto di sostenere l'evento offrendo il Patrocinio.
Se vuoi avere più informazioni o diventare socio AISTED e/o ESTD clicca sulle immagini qui sopra.
Biglietti
Il costo del workshop è di 297€ (iva inclusa)
ATTENZIONE: 
Prima paghi e meno spendi! 
+
Sconto Convenzionati (iscritti AISTED, ESTD, studenti universitari) 


Offerta Seconda Possibilità - Valida fino al 31/08/2019
countdown
00Hours00Minutes00Seconds
Per convenzionati e universitari
227
Offerta valida fino al 31 Agosto 2019
  • Prezzo Iva Inclusa (186,07 + iva)
  • Posti limitati (sia in aula che in webinar)
  • Traduzione in lingua (inglese-italiano)
  • Materiale didattico/slide
  • Attestato di partecipazione
  • Coffee break e pranzo eslcusi
Per Tutti
247
Offerta valida fino al 31 Agosto 2019
  • Prezzo Iva Inclusa (202,46 + iva)
  • Posti limitati (sia in aula che in webinar)
  • Traduzione in lingua (inglese-italiano)
  • Materiale didattico/slide
  • Attestato di partecipazione
  • Coffee break e pranzo eslcusi
Evoluzione dei PREZZI
Offerta Early Bird - Prorogata al 21/06/2019
Tariffa per tutti
207€
Solo per i convenzionati
183€
Offerta Seconda possibilità - fino al 31/08/2019 !
Tariffa per tutti
247€
Solo per i convenzionati
227€
Tariffa Standard - dopo il 31/08/2019 !
Tariffa per tutti
297€
Solo per i convenzionati
277€
Politica dei rimborsi
Per garantire un'organizzazione di alto livello e rispettosa nei confronti di tutti,
per questo tipo di iscrizione NON si effettuano rimborsi, MAI e per nessuna ragione.
Ti chiediamo quindi di pensare bene se puoi partecipare quel giorno.
FAQ
Ecco le domande più frequenti che ci avete fatto
 Aspetti generali sul corso
Sono già un esperto di dissociazione, rischia di essere riduttivo o semplicistico per me? No anzi è un corso pensato principalmente per esperti del settore. Tuttavia se sei un esperto sicuramente alcune cose non ti saranno nuove, ma per comprendere al meglio questo metodo è necessaria un'introduzione al fine di presentare le basi teoriche sottese al DBR.

Ci sono altri corsi riconscoiuti sul DBR? Non esistono altri corsi riconosciuti in Italia, questo è l’unico. Gli unici altri corsi riconosciti sono stati quelli svolti in Canada e in Gran Bretagna.

Ci sarà un elenco dei professionisti che hanno partecipato al corso? Si, dopo l'evento verrà redatto uno specifico elenco.

E' necessario aver svolto una formazione in EMDR? No, l'EMDR è una tecnica slegata dal DBR.

Il workshop rilascia crediti ECM? No, non abbiamo fatto richiesta per i crediti ECM.

E’ aperto a pedagogisti, educatori, biologi nutrizionisti, counsellor? No! Il corso si rivolge principalmente a psicologi, psicoterapeuti e psichiatri. Abbiamo inoltre deciso di aprirlo anche a studenti di psicologia che abbiano già una buona formazione in ambito neurobiologico e psicopatologico e che siano interessati a questi ambiti di studio. Infine lo abbiamo aperto anche ai ricercatori, neuroscienziati.

Il workshop è teorico o pratico? Questo workshop nasce per insegnare questo nuovo metodo, il Deep Brain Reorienting, per cui è essenzialmente pratico. Tuttavia oltre a questo abbiamo voluto accogliere i principi che guidano AISTED ed ESTD per una diffusione della cultura sul trauma e la dissociazione. Per questa ragione Frank Corrigan nella prima parte della giornata farà un'introduzione su questi temi che sarà fondamentale anche per seguire la seconda parte del corso, quella principale sul DBR.
 Webinar e Live a Parma
Quando compilo il modulo devo indicare subito la preferenza webinar o live a Parma? Si, va indicata subito poiché i posti in sala sono limitati.

Il webinar ha lo stesso costo del live a Parma? Si, hanno lo stesso costo.

Non so cosa scegliere tra webinar e live a Parma, hanno la stessa valenza? Le due modalità hanno la stessa valenza.

Non so cosa scegliere tra webinar e live a Parma, mi aiuta a scegliere? I posti in aula sono i più gettonati per via dell’ovvia differenza tra esperienza “da casa” o “in sala”, considerando anche il role playing e la possibilità di fare domande e ricevere risposte in modo più semplice e diretto rispetto alla modalità webinar. Quindi la modalità live a Parma è, in linea di massima, preferibile. Tuttavia se Lei è eccessivamente distante, ha difficoltà a viaggiare o ha altri problemi che le impediscono o le rendono difficoltosa la possibilità di venire a Parma il webinar è perfetto.

Potrebbero esserci dei problemi di connessione per il webinar? Il segnale in uscita, considerata la strumentazione su cui stiamo investendo, sarà di alta qualità per cui non dovrebbero esserci problemi. Il punto importante invece è la qualità della connessione del partecipante che segue il webinar. Comunque anche su questo saranno dati tutti i parametri minimi ed eventualmente predisposto un test di connessione del partecipante. 

E' possibile fare domande da casa se seguo in corso in webinar? Si, è possibile scriverle nell'apposita chat. Un membro dello staff si occuperà di raccogliere le domande e rivolgerle al relatore.
 Fatture e Pagamenti
Dopo aver compilato il modulo di iscrizione come faccio a saldare la quota? Dopo qualche giorno dalla compilazione del modulo di iscrizione verrà inviata un'email contenente la pro forma specifica (in PDF) nella quale ci saranno i dati per effettuare il bonifico o il link apposito (sempre sul pdf) per pagare con carta di credito alla voce "paga in modo sicuro con PayPal".

Se voglio pagare con carta devo avere per forza un account PayPal? No, non serve avere un account PayPal, puoi pagare con la tua carta di credito. 

Ho compilato il modulo qualche giorno fa, ma non mi è arrivata nessuna pro forma, come faccio? Prova a guardare nella casella degli spam.
Il Corso è Organizzato da:
Diego Giusti (psicologo-psicoterapeuta, fondatore del progetto Evoluzione Psicologica) 
con la collaborazione di Costanzo Frau (psicologo-psicoterapeuta, referente italiano dell'ESTD).
Il nostro primo obiettivo è organizzare un workshop di alto livello, sia i contenuti che l'organizzazione.
I soldi provenienti dalle iscrizioni verranno investiti per regalare l'esperienza migliore possibile.
In caso di surplus la maggior parte degli ingressi sarà reinvestita in Evoluzione Psicologica al fine di finanziare i nuovi progetti già pronti in cantiere.
Tutti i diritti riservati - Progetto Evoluzione Psicologica  |  Privacy Policy - Cookie Policy
A cura di Diego Giusti